Nei “Segreti Passaggi” (Catanzaro sotterranea) il futuro di Catanzaro

Segreti passaggi foto

L’avvio dei lavori per il recupero delle gallerie del San Giovanni, deve imporre una riflessione che tutta la Politica (quella con la P maiuscola), il mondo culturale, associazionistico, economico, e quant’altro, non possono più eludere. Nella Catanzaro Sotterranea (quei “Segreti Passaggi” che Giuseppe Rachetta, col suo formidabile lavoro, lento e paziente, e mai interrotto, ha portato e sta portando alla luce) c’è un mondo, al quale bisogna approcciarsi andando ben al di là della semplice curiosità per l’ignoto, o dei percorsi enograstronomici. Nella Catanzaro Sotterranea c’è la storia ed anche il futuro della Città. Un reticolato di cunicoli, percorribili, che tagliano il sottosuolo del Centro, tra palazzi storici, Chiese, semplici abitazioni, a tutte le latitudini. Dal Tribunale a Stratò. Un “ragno”, costruito nei secoli per ragioni di sicurezza, ma anche di comunicazione, di irregimentazione dei fiumi presenti (il Centro abbonda di acqua e di corsi d’acqua sotterranei); un sistema che collega non solo edifici ora pubblici, come il San Giovanni o il Galluppi, ma anche moltissimi edifici privati; percorsi finiti nel dimenticatoio per inconsapevolezza, o per precisa volontà (accessi pubblici che diventano magazzini per cianfrusaglie). Spesso si dice che il Centro non abbia un’anima, che debba ritrovare la propria identità; ebbene, nei “Segreti Passaggi” c’è l’occasione di riscatto, di recupero di una Storia troppe volte mortificata per interessi, incultura, ignoranza; c’è la possibilità, anche economica, di fare di Catanzaro un luogo unico. E proprio per questo, che è fondamentale che la Città tutta, dalle Istituzioni ai cittadini, prenda contezza del fatto che la Catanzaro sotterranea non è materia per pochi “topi da biblioteca”, affascinati dal buio, dalle muffe e dai pipistrelli, ma è la più grande opportunità che la Città abbia mai avuto (e che mai avrà) per diventare un’attrazione turistica internazionale, attraverso proprio la sua Storia e la sua Cultura. Piegarsi, camminare pancia a terra, per volare alto; entrare nel buio, ma per vedere la luce; guardare al passato, ma per il futuro. Se solo si riuscisse a guardare al di là del proprio naso.

Antonio Giglio, Consigliere comunale di Catanzaro

Iniziativa pubblica del 2013:
i-segreti-passaggi

Articolo del 2013 su “Il Quotidiano”
articolo segreti passaggi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...